I 5 ERRORI CHE LO SPECIALISTA DELLA NUTRIZIONE DEVE EVITARE NELLA GESTIONE DELL'ATTIVITA' ~ Be-Well|Ben-Essere
1697
post-template-default,single,single-post,postid-1697,single-format-standard,tribe-no-js,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.8,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive
 

I 5 ERRORI CHE LO SPECIALISTA DELLA NUTRIZIONE DEVE EVITARE NELLA GESTIONE DELL’ATTIVITA’

I 5 ERRORI CHE LO SPECIALISTA DELLA NUTRIZIONE DEVE EVITARE NELLA GESTIONE DELL’ATTIVITA’

  1. Tralasciare la fase di pianificazione. Buttarsi a capofitto nell’attività senza un’adeguata analisi di alcuni elementi contemplati nel proprio business plan aumenta il rischio di impostare il proprio lavoro in modo poco efficiente, con il rischio di dover rifare più volte le stesse procedure.
  2. Dare per scontato i propri obiettivi, anche e soprattutto professionali. La mancata definizione degli obiettivi confonde le priorità nella gestione del proprio tempo e delle risorse da dedicare ai vari progetti, impedendoti di sfruttare al meglio il tuo potenziale.
  3. Ridurre i prezzi: la ricerca di nuovi pazienti non è facile, e la tentazione di abbassare i prezzi delle consulenze e delle visite è alta. Una strategia che all’utente finale rischia di rivelare scarsa qualità e basso valore.
  4. Rimanere generalisti nella presentazione dei propri servizi. Se sei un nutrizionista o un dietista che si occupa “di tutto un po'”, il tuo potenziale paziente fa più fatica a sceglierti tra tanti professionisti. E quando ti ha scelto, svariate possono essere le sue richieste. Dunque non ti devi stupire se ci sono diete che impieghi pomeriggi interi per elaborare, o se ti arrivano richieste di visite e consulenze “che non sono nelle tue corde” quando invece ti vedresti a occuparti di temi più specifici.
  5. Dare per scontato il modo in cui i pazienti ti trovano. Lavorare in libera professione senza chiedersi come un paziente possa trovarti, e sceglierti, è come lasciare al caso il potenziale di sviluppo della tua attività.
Accanto ai 5 errori da evitare, non può mai mancare un’analisi più accurata della tua strategia di sviluppo dell’attività.
Pochi e semplici passaggi per chiarire:
  1. dove vuoi andare,
  2. cosa ti serve per arrivarci,
  3. cosa dovrai fare. 
In questo modo potrai:

– individuare e valorizzare i tuoi talenti nella professione,
– ridefinire i tuoi pazienti target,
– stabilire i servizi a loro dedicati,
– ottimizzare la tua strategia di marketing.

In libera professione niente può essere lasciato al caso.

Se vuoi scoprire di più, a ottobre vieni ad approfondire come sviluppare il tuo piano di attività.  

BUSINESS PLAN PER LO SPECIALISTA DELLA NUTRIZIONE – Strategie e modelli per lanciare e sviluppare la propria attività professionale

PADOVA 26-27 ottobre 2018. Link al corso: https://www.be-well.it/evento/business-plan-per-lo-specialista-della-nutrizione/